DR SILVIA GOGGI – MEDICO NUTRIZIONISTA

Una frase letta su internet qualche tempo fa mi ha particolarmente colpito:
“Si dovrebbe sempre cucinare pensando a qualcuno, altrimenti si sta solo preparando da mangiare”.
Non limitiamoci a preparare da mangiare per i nostri figli!
Riempiamo la casa di profumi che per tutta la vita susciteranno in loro il ricordo della mamma e del papà che ogni sera (o quasi!) trovavano il tempo di cucinare piatti sempre diversi e colorati, da gustare tutti insieme, con amore.

I sapori che impareranno ad amare nella prima infanzia saranno quelli che si porteranno nel cuore per sempre.
Abituarli a quegli alimenti notoriamente protettivi nei confronti di numerose patologie della nostra epoca, quali cereali integrali, legumi, verdure, frutta e frutta secca è un regalo inestimabile che possiamo fare ai nostri bambini.
Vedere inoltre noi adulti che apprezziamo e utilizziamo comunemente questi alimenti, è un ulteriore rinforzo positivo!

Se siete a corto di idee su come proporli in piatti che non siano “la solita zuppa”, ecco le mie idee per il menu di questa settimana.

 

Lunedì:

Minestra di riso e lenticchie tuttigusti +1

Insalata di cavolo rosso, semi di zucca e pinoli tostati

Quest’estate una nostra cara amica ci ha portato per cena una zuppa di lenticchie.
Pensate a una spezia…C’era! Noce moscata? Presente. Cannella? Sicuro. Curcuma? Ovvio.
Cumino? Sì, un pizzico. Curry? Non manca di certo! Origano? Affermativo.
Fate quindi imbiondire della cipolla in una padella, aggiungete tutte le spezie (tranne l’origano) e fare insaporire.
Se ne volete tenere qualcuna per dopo, le potrete aggiungere comunque in cottura, ma così il sapore ne perderà un poco.
Aggiungete 3-4 spicchi d’aglio, carote a dadini, l’origano e le lenticchie e copritele con brodo vegetale, lasciate cuocere una quarantina di minuti, aggiungete del riso e continuate a cuocere (più amido rilascerà il riso, più la minestra verrà densa!).
Se la preparate la sera prima per il giorno dopo ne guadagnerà in bontà!

Per l’insalata: tagliate il cavolo rosso a striscioline sottili. Tostate per pochi secondi i pinoli in una padella anti aderente (i semi di zucca solitamente si trovano in commercio già tostati).
Unite tutto in una ciotola e condite il tutto con olio e il succo di mezzo limone.

 

Martedì:

Miglio al topinambur con ceci giganti

Broccoli al forno

Il suo nome particolare può creare diffidenza, ma il topinambur altro non è che un tubero, come le patate, dal sapore molto particolare e delicato.
Io lo frullo fino ad ottenere quasi una crema che faccio cuocere per qualche minuto con dello scalogno, aggiungo il miglio e il brodo vegetale in quantità doppia rispetto al miglio.
Non appena il liquido si sarà tutto assorbito aggiungete i ceci giganti e mescolate (io li trovo già pronti nei vasetti di vetro).

Per i broccoli al forno: massaggio in una ciotola le cimette dei broccoli con olio e paprika dolce, un pizzico di sale e le metto sulla leccarda ricoperta di carta forno per 15-20 minuti a 200°.

 

Mercoledì:

Risotto ai porri

Lenticchie giganti speziate

Per fare prima trito i porri nel mixer insieme a mezza cipolla (troppa coprirebbe il sapore dei porri!), faccio appassire tutto in poco olio e aggiungo il riso: da lì si procede come per un normale risotto! Alla fine aggiungo un cucchiaio di crema di frutta secca (perfetta quella di mandorle bianche) e una generosa quantità di lievito alimentare.

Le lenticchie giganti gialle le trovo nei negozi etnici: mi piacciono perché rimangono belle croccanti e non si sfaldano con la cottura.
Dopo averle lessate in acqua per poco più di mezz’ora le passo in una padella con olio insaporito da spezie: curcuma, cumino, paprika dolce e zenzero in polvere.

 

Giovedì:

Rigatoni con crema di zucca e tofu affumicato

Cime di rapa spadellate con aglio e olio

Tagliate la zucca a dadini, e mettetela in una padella con aglio e olio finché non si sfalda. Frullatela insieme a latte vegetale senza zucchero quando basta a renderla cremosa.
Mentre la pasta è sul fuoco, fate saltare in una padella antiaderente il tofu affumicato tagliato a dadini. Unite alla zucca e condite la pasta.

 

Venerdì:

Burger di fagioli rossi e noci con chips di patate e carote

Anche nel menu di questa settimana il venerdì si cena sul divano e si mangia con le mani!
Frullate i fagioli insieme a una manciata di noci, qualche cucchiaino di lievito alimentare, aglio cipolla e fiocchi d’avena (per dare corposità): le noci non devono sbriciolarsi troppo, devono sentirsi sotto i denti!
Date la forma del burger (io ho comprato a pochi euro un piccolo accessorio che li fa tutti uguali: anche l’occhio vuole la sua parte).
Tagliate le patate a fiammifero e le carote a rondelle.
Condite con olio, sale e le vostre spezie preferite (ho già nominato, per caso, la paprika dolce?), mettete le patate in una teglia e le carote in un’altra. Avranno tempi di cottura diversi in forno, a 200°C: 40 minuti le patate, circa 30 minuti le carote.
Quando faccio i burger compro sempre dal panettiere un panino rotondo al sesamo, per l’allestimento del piatto insieme al contorno.
“Ma come…” – direte voi – “ci sono già le patate, non si può mangiare anche il pane!”
Pazienza, rispondo io: è venerdì!