DR LUCA SPERONI – DERMATOLOGO

La pelle del neonato è molto delicata e soggetta a numerose dermatosi transitorie benigne. Di seguito cercherò di presentarvi una piccola guida per affrontare con serenità e maggiore consapevolezza alcune delle più comuni manifestazioni cutanee che possono insorgere nei primi giorni di vita.

Dopo il parto si assiste a molteplici modificazioni della pelle durante il progressivo adattamento del neonato alla vita extrauterina. Alla nascita infatti la pelle dei neonati presenta tre caratteristiche comuni:

  1. Vernice caseosa: Una patina di colore bianco giallastro che ha la funzione di proteggere la cute del neonato. Si deposita maggiormente nelle pieghe. Nel giro di pochi giorni in seguito ai primi lavaggi viene completamente rimossa.

    VERNICE CASEOSA NEONATO

  2. Eritema transitorio del neonato: si tratta di arrossamenti più o meno diffusi dovuti a una fisiologica instabilità vasomotoria nell’adattamento alle nuove temperature. Normalmente regredisce nei primi 3-4 giorni di vita.

  3. Desquamazione lamellare: dopo 3-5 giorni dalla nascita si osserva uno sfladamento degli strati superficiali della pelle soprattutto alle pieghe e intorno alle unghie delle mani e dei piedi. Scompare entro i primi 10 giorni.

A queste condizioni fisiologiche si aggiungono le cosiddette dermatosi transitorie del neonato, le quali presentano caratteristiche differenti fra loro, ma hanno in comune la risoluzione spontanea entro i primi mesi di vita. Le più comuni sono :

  • Ipopigmentazioni e iperpigmentazioni transitorie – Possono essere presenti prevalentemente nei neonati di pelle scura, razza nera, razza asiatica. Possono essere interessate alcune zone delle pelle (sede genitale, basso addome, areole mammarie, le dita di mani e piedi). Risolvono nelle prime settimane.

  • Bolle ed erosioni – Presenti fin dalla nascita e dovute alla suzione del lattante in utero. Un caso particolare è la callosità delle labbra che regredisce spontaneamente in poche settimane.

  • Milia – E’ un fenomeno molto frequente (25-40%) rappresentato da piccole papule lisce bianche che si localizzano soprattutto sul volto (naso , mento , guance).

    MILIA NEONATO

  • Miliaria – Nella forma cristallina più frequente si osservano minuscole vescicole trasparenti (a goccia di rugiada) che si localizzano diffusamente su volto, collo, tronco e pieghe. Meno frequente è la forma pustolosa.

    MILIARIA NEONATO

  • Eritema tossico del neonato – Insorge in circa la metà dei neonati a termine ed è caratterizzato da chiazze rossastre su cui possono insorgere papule e pustole. Le lesioni si distribuiscono in modo asimmetrico e prevalentemente al tronco, volto e estremità . Questa dermatosi si può associare ipereosinofilia periferica e risolve spontaneamente in pochi giorni.
  • Acne del neonato – E’ caratterizzata dalla presenza di comedoni, papule pustolose del volto (soprattutto alle guance). Insorge normalmente intorno al primo mese di vita e risolve spontaneamente in poche settimane.

  • Iperplasia sebacea – Dermatosi molto frequente, caratterizzata da una serie di micropapule follicolari ravvicinate (naso e labbro superiore).

  • Dermatite seborroica del neonato – Si manifesta normalmente nei primi 3-4 mesi di vita e  generalmente risolve in modo spontaneo. Si manifesta con squamo-croste giallastre molto adese su cute talvolta arrossata. Nella maggior parte dei casi si localizza sul cuoio capelluto.